Claudia Gerini biografia
Fonte Instagram
in ,

Claudia Gerini

La vita privata Claudia Gerini

Claudia Gerini nasce il 18 Dicembre 1971 a Roma, nel quartiere San Giovanni, da Antonio e Tania Gerini, impiegati. Ha una sorella più giovane che si chiama Romina.

Attrice affermata e famosa in tutto il mondo, a chi le chiede dove sia iniziato tutto, risponde senza esitazione:

Dal ballo. Ne vado ancora così pazza che, a un evento a Roma, mi sono appena esibita per puro diletto in una coreografia di Feedback di Janet Jackson. Da bambina, mi sfrenavo sul terrazzo di casa sui pezzi funky di Chaka Khan.

Claudia Gerini dopo aver terminato con successo il Liceo classico inizia ad approfondire la danza presso lo IALS di Roma, e dall’agenzia pubblicitaria che l’ha ingaggiata le viene offerta l’occasione di prestare il suo bel volto a spot per grandi brand: Piaggio, Baci Perugina e Schweppes.

Claudia esordisce nel cinema nel 1987 con il ruolo della figlia di Lino Banfi e di Laura Antonelli nel film Roba da ricchi, diretto da Sergio Corbucci.

La forte presenza scenica di Claudia colpisce Gianni Boncompagni che, nel 1991, chiama l’attrice a partecipare al programma televisivo Primadonna ed in seguito a Non è la Rai.

Claudia Gerini: arriva il successo

Tornata a Roma, nel 1995, Claudia Gerini prende parte allo spettacolo teatrale Angelo e Beatrice di Francesco Apolloni al Teatro Colosseo di Roma. Tra gli spettatori c’è Carlo Verdone che, colpito dalla verve di Claudia, le offre una parte nel film da lui diretto e interpretato Viaggi di nozze.

È questo il momento per l’attrice romana di mostrare tutto il proprio talento unito ad una spiccata vena comica e a una grande ironia. Nel ruolo della coatta Jessica, neo sposa di Ivano (Carlo Verdone), crea un personaggio unico e divertente. Il film, ottiene un successo incredibile e i personaggi avranno un posto imperituro nell’immaginario collettivo.

L’anno successivo, Carlo Verdone vuole Claudia nel film Sono pazzo di Iris Blond.

Gli amori di Caudia Gerini

Claudia Gerini è mamma di due bambine. La primogenita, Rosa, l’ha avuta dall’ex marito Alessandro Enginoli, imprenditore milanese con cui è stata sposata dal 2002 al 2004. Linda, è nata dalla relazione con Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino e regista con cui la Gerini è stata legata dal 2005 al 2016.

Sulla fine della storia con Zampaglione, con il quale è rimasta in ottimi rapporti per salvaguardare la serena crescita della figlia Linda, ha tenuto a sottolineare che:

L’errore fatale in una coppia è rinunciare a qualcosa in nome del partner, perché alla lunga le rinunce e le cose vissute come sacrificio scavano dentro e fanno danni.

A proposito delle figlie Claudia Gerini ha dichiarato:

Rosa mi ha confessato tutta seria di voler fare l’attrice. Sarà che nel cinema ci è nata, tre giorni prima di partorirla ero a Cannes con Non ti muovere. Linda, avendo il padre musicista canta, suona, balla, è una vera performer. Nel futuro prevedo un palco anche per lei.

Infatti, Rosa Enginoli ha già esordito nel cinema a tredici anni, in una fiction di Marco Risi.

Dal 2017 Claudia Gerini è fidanzata con il modello Andrea Preti, che ha diciassette anni meno di lei. Andrea le ha dedicato un lungo corteggiamento “all’antica” e l’attrice, dopo molte esitazioni, ha ceduto. La storia tra Claudia Gerini e Andrea Preti finisce dopo 17 mesi (marzo 2018).

La carriera di Claudia Gerini

I film Fuochi d’artificio (1997) di Leonardo Pieraccioni e Tutti gli uomini del deficiente (1999) di Paolo Costella, in cui recita con la Gialappa’s Band, Fabio De Luigi e Maurizio Crozza, consacrano Claudia Gerini attrice comica.

Ai set cinematografici, Claudia alterna la televisione e, dopo qualche apparizione come conduttrice a Mai dire Gol e Milano-Roma, nel 2003 approda alla conduzione del 53° Festival di Sanremo con il presentatore Pippo Baudo e con l’ attrice Serena Autieri.

Far ridere è più difficile che far piangere?

Gli anni duemila vedono Claudia Gerini impegnata in film più intensi e drammatici. Non è stato difficile per la poliedrica attrice interpretare, con ottimi risultati, ruoli diversi da quelli con i quali ha esordito. Forse perchè far ridere è assai più difficile che far piangere?

Nel 2004 Claudia è stata la controversa Elsa in Non ti muovere di Sergio Castellitto, poi Claudia Procula, moglie di Ponzio Pilato ne La Passione di Cristo, film diretto da Mel Gibson e girato a Matera.

Nel 2006 è nel cast de La sconosciuta di Giuseppe Tornatore in cui recita con Michele Placido, Pierfrancesco Favino e Ksenia Rappoport. Il film è ispirato a fatti di cronaca sul racket della prostituzione delle giovani provenienti dall’est europeo sfruttate per offrire figli a chi non può averne.

Nel 2007 la Gerini è la protagonista di Nero bifamiliare, film di esordio alla regia di Federico Zampaglione.

Il ritorno alla commedia satirica

Dal 2008 Claudia Gerini torna alla commedia, prima al fianco di Carlo Verdone, interpretando nuovamente la coatta Jessica di Viaggi di nozze nel film Grande, grosso e Verdone.

Nel 2009 con Alessandro Gassmann è in Ex di Fausto Brizzi, nel ruolo di Elisa, per il quale ottiene una nomination ai David di Donatello.

Poi recita in Diverso da chi? (2009) diretto da Umberto Carteni, a fianco di Luca Argentero.

Sempre con Brizzi, Claudia gira Indovina chi viene a Natale (2013) con Diego Abatantuono, Claudio Bisio, Raoul Bova, Carlo Buccirosso. Pregevole un cameo recitato da Gigi Proietti.

Le pellicole degli anni recenti

Diretta da Paolo Genovese è nel cast dei film Una famiglia perfetta (2012) e Tutta colpa di Freud (2014). Nel 2017 è protagonista del film Nove lune e mezza accanto a Michela Andreozzi, la quale è anche la regista del film. Nella pellicola Claudia interpreta il ruolo di Livia, una violoncellista che si ritrova a fare da madre surrogata per la sorella che non può avere figli.

A Febbraio 2018 è nelle sale con il nuovo film di Gabriele Muccino, A casa tutti bene, in compagnia di un cast fornitissimo di interpreti, fra i quali Stefano Accorsi, Stefania Sandrelli e Sandra Milo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ornella Vanoni biografia

Ornella Vanoni

Diodato biografia

Diodato