Iginio Massari biografia
Fonte Instagram
in

Iginio Massari

La vita privata di Iginio Massari

Iginio Massari è un pasticciere italiano, nato il 29 agosto 1942 a Brescia. Figlio di mamma cuoca e papà direttore di mensa, è proprio dai genitori che ha ereditato la passione per la cucina e, più in particolare, per i dolci. Dopo aver lavorato qualche mese in un panificio, a 16 anni si trasferisce nella Svizzera francese a maturare le prime esperienze di pasticceria e cioccolateria. Deciso a diventare un grande del settore, non lo ferma neanche un serissimo incidente in cui viene coinvolto: è investito in moto da un automobilista e costretto a letto, ma Iginio non smette di lavorare.

Oggi in molti lo considerano il Re del Panettone: nel periodo di Natale le richieste sono talmente tante da mandare in tilt lo shop online di Massari anche mesi prima della ricorrenza!

Iginio Massari è uno stacanovista e ha raccontato di odiare le vacanze, che reputa tempo sprecato.

Non sono capace a fare le ferie: per me sono tempo perso e dopo tre giorni voglio già tornare a casa. Ovviamente, da quando sono sposato, ogni tanto capita anche a me di andare in vacanza, ma non per scelta: più che altro per… dovere coniugale. A casa mia, infatti, sto benissimo.

Nel (poco) tempo libero che gli rimane, ama leggere e, soprattutto, scrivere ricettari e poesie.

#buonapasqua #happyeaster #iginiomassari #pastry #instafood #italy #pastrychef #brescia

A post shared by Iginio Massari (@iginio.massari) on

Le misure di Iginio Massari

Il pasticciere è alto circa 1,76 metri.

La famiglia di Iginio Massari

Iginio Massari è sposato con Mary, una donna raffinata, severa e riservatissima, che lo affianca da sempre nella gestione delle sue attività. I coniugi hanno due figli: Nicola, proprietario di una birreria a Brescia, e Debora, che è nutrizionista e oggi lavora per il padre, al quale ha donato due nipoti, Pietro e Lorenzo.

La carriera di Iginio Massari

Nel 1958, Massari si trasferisce a Budrye, in Svizzera, e vi rimane quattro anni per studiare e perfezionare le tradizionali tecniche di pasticceria e scoprirne di nuove, seguito dal maestro Claude Gerber. Terminato il primo percorso di formazione, il suo nome è già associato a competenza e dedizione tantoché, al suo rientro in Italia, fa la spola tra le più importanti aziende del settore: Bauli, Fratelli Cervi e Star, dove ha lavorato due anni come direttore del settore artigianale e industriale.

Su consiglio della moglie, apre a Brescia, nel 1971, la Pasticceria Veneto, ancora oggi gestita con passione dalla coppia; nel 2011, quarant’anni dopo l’inaugurazione, ha conquistato il primato nella guida specializzata Gambero Rosso, mantenendo il primo posto per 5 anni di seguito.

Massari ha collezionato in carriera oltre trecento premi e riconoscimenti nazionali e internazionali. Nel 1993 ha fondato l’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani e nel 1996 CAST Alimenti, scuola di cucina con sede a Brescia. È inoltre allenatore e presidente della squadra italiana che ha vinto la Coppa del Mondo di pasticceria nel 1997, 2002 e 2015.

Nel marzo 2018 apre a Milano la Pasticceria Iginio Massari.

Iginio Massari in televisione

Iginio Massari è ormai da considerarsi un personaggio televisivo a tutti gli effetti. Le prime apparizioni le deve a Masterchef Italia: temutissimo dai concorrenti, affianca gli altri giudici durante l’annuale episodio dedicato alla pasticceria.

Dal 2017 è il protagonista del programma Iginio Massari – The Sweetman, in cui i partecipanti si  cimentano nella creazione di quello che pensano essere il loro dolce migliore, seguiti passo per passo e giudicati proprio da Massari. La trasmissione è andata in onda anche nella versione Celebrities, con ospiti provenienti dal mondo dello spettacolo, della musica e dello sport. In questa edizione, è assistito dalla figlia Debora.

È inoltre autore di molti libri di ricette, tra cui Oro Colato, pubblicato nel 2018.

One Comment

Leave a Reply
  1. Complimenti per la vostra bellissima e DOLCE attivita’. Non sono un pasticcere, mi intendo di arte e vedere i vostri pastticciniche dire”quanta fantasia” Bravi, Negli anni 80 ho trovato in una cantina di uno zio un libro interessante del 1830 manuale del Credenziere e Confetturiere di Vincenzo Agnoletti Ogni tanto mi leggo delle ricette.che dire interessantissimo.
    Un cordiale saluto.
    Mario Falconi RM.
    .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Irene Colzi biografia

Irene Colzi

Martina Pinto biografia

Martina Pinto