Amadeus biografia
Fonte Instagram
in ,

Amadeus

La vita privata Amadeus

Amadeus è il nome d’arte di Amedeo Umberto Rita Sebastiani, nato a Ravenna il 4 Settembre 1962, discjockey e conduttore televisivo.

I genitori, Antonella e Corrado, hanno origine palermitana ma si trasferiscono prima a Ravenna poi a Verona per motivi di lavoro. I Sebastiani sono, infatti, una famiglia di cavallerizzi.

I ragazzi del sessanta

Per i ragazzi nati nel sessanta, come Amedeo Umberto, i media, la  radio e la televisione, avrebbero rappresentato il futuro, luoghi non solo virtuali da guardare con occhi affascinati e da visitare con la fantasia, ma contesti reali in cui sperimentare professioni nuove.

Amadeus, classe sessantadue, si appassiona all’equitazione, il lavoro ereditato dalla famiglia ma non lo segue. Si sente attratto dalla tecnologia, dai nuovi mezzi di comunicazione di massa, e dopo la scuola dell’obbligo inizia a esibirsi come disc jockey, occasionalmente e per divertimento, nei bar e nelle discoteche locali.

Dopo il servizio militari svolto a San Giorgio a Cremano il lavoro di disc jockey diverrà quello della vita. Erano gli anni ottanta e la professione scelta da Amadeus riservava panorami allettanti ancora tutti da esplorare e ottime prospettive per il futuro.

Sarà l’incontro con Claudio Cecchetto a consentire il debutto del DJ su Radio Deejay.

Amadeus il conduttore conteso tra la Rai e Mediaset

Negli anni novanta e duemila quello di Amadeus diventa un volto di spicco della radio e della televisione italiane. Il conduttore guida una serie di trasmissioni di successo ed è conteso tra Rai e Mediaset per la sua indole pacifica, per quel suo carattere controllato che lo rende immune dalle provocazioni. Un uomo capace di non alterarsi mai, neanche nei momenti più difficili.

L’evento che farà perdere ad Amadeus la proverbiale pazienza

Esiste però un evento che ha fatto perdere al conduttore la sua proverbiale pazienza, anzi esiste una persona, un concorrente che partecipò a L’eredità, uno dei programmi di Rai 1.

Amadeus condurrà L’eredità dal 2002 al 2006. Nel corso della trasmissione ha la sventura di incontrare il signor Giampietro Valti, detto Pedro, il quale sembra non prendere troppo sul serio il  programma e il suo conduttore. Amadeus, visibilmente alterato, invita Pedro a lasciare lo studio. Il non più concorrente se ne va lanciando come risposta ad una delle domande del quiz una frase assurda, destinata a diventare l’ennesimo tormentone tv: “Per me è la cipolla”.

Scoppia la polemica. Pedro, sarà stato inviato dai nemici di Amadeus per fargli perdere il lavoro, oppure il conduttore ha inscenato una finta controversia per lasciare la Rai e passare a Mediaset, che lo corteggia da tempo? Sull’evento c’è ancora mistero!

Sta di fatto che al timone de L’eredità ad Amadeus succederanno Carlo Conti e Max Tortora, il comico che ha reso spassosissima l’imitazione dello stesso Amadeus.

Gli amori di Amadeus

Amadeus è arrivato al suo secondo matrimonio nel Luglio 2009. Ha, infatti, sposato la ballerina Giovanna Civitillo, conosciuta durante la conduzione de L’eredità nel 2003. Dalla loro unione è nato José Alberto (2009), chiamato con questo nome in onore di José Mourinho, vincitore della Champions League con la maglia dell’Inter.
Dopo ben 10 anni, l’11 luglio del 2019 i due si sono sposati con rito religioso in una romantica chiesa di Roma. L’attesa è stata così lunga in quanto Amadeus ha dovuto aspettare l’annullamento del precedente matrimonio.

Nel 1993 Amadeus aveva sposato, in prime nozze, Marisa di Martino dalla quale ha avuto Alice (1997). Il matrimonio si chiuse con il divorzio nel 2007.

La carriera di Amadeus

Amdeus, seleziona e mixa brani musicali house e dance. Esordisce a Radio Deejay sin dalla nascita dell’emittente, prima a carattere privato poi nazionale. Vi incontra Fiorello, Jovanotti e Marco Baldini, dei quali diventerà grande amico.

Nel 1982 approda in RAI, come conduttore de La formula vincente, quindi si trasferisce a Mediaset, e su Italia 1 conduce il varietà musicale DeeJay Television.

Abbandona Radio Deejay nel 1994 per approdare a Radio Capital Music Network dove conduce  Due meno dieci con Dj Angelo e Luca Laurenti.

Il conduttore lascia il mondo della radio per diversi anni e si dedica esclusivamente alla televisione. Tornerà a RTL 102.5, nel 2008 per restarvi sino al 2017.

Per tre anni consecutivi, dal 1993 al 1995, Amadeus conduce il Festivalbar su Italia 1, affiancato da Federica Panicucci e da Laura Freddi.

Lavorerà poi a Buona Domenica su Canale 5 con Claudio Lippi e Lorella Cuccarini. Nel 1999 Amadeus condurrà Domenica in su Rai 1.

Negli anni seguenti, il conduttore alternerà gli impegni di lavoro sulla rete nazionale e su quelle private.

Dal 2014 al 2017, Amadeus è alla conduzione, in prima serata su Rai 1, di Reazione a catena-L’intesa vincente, la trasmissione a premi nata nel 2007 e precedentemente presentata da Pupo e da Pino Insegno.

Nel 2020 sarà il conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Barbara Donadio biografia

Barbara Donadio

Anna Valle biografia

Anna Valle